Comune di Villa Sant'AntonioComune di Villa Sant'Antonio

Salta la barra di navigazione e vai ai contenuti

Vai al menu del sito



Sezioni del sito:

Vai su


Contenuti

La Baronia di Senis

Dopo la battaglia di Sanluri (1409) il giudicato di Arborea venne invaso dalle truppe di occupazione aragonese e il giudice Guglielmo III di Narbona fu costretto alla fuga. Nel marzo 1410 furono firmati i trattati di pace e il giudicato di Arborea venne abolito, diviso in parti e concesso in feudo ai cavalieri aragonesi, catalani e valenzani più valorosi. Ebbe così origine, nel 1417, la baronia di Senis allorché il re don Alfonso di Aragona nominò Luigi Ludovico Pontons, nobile cavaliere aragonese, signore delle curatorie di Parte Valenza e di Parte Barigadu che comprendevano i villaggi di Senis, Assolo, Ruinas e Mogorella. Il feudo non poteva essere diviso, ampliato o ceduto per vendita senza permesso regio, ma affidato solo a Catalani, Aragonesi o Sardi fedeli al sovrano. All'atto di infeudazione di Michele Margens, barone di Senis, risulta che nel 1518 oltre ai villaggi di Senis, Assolo, Ruinas e Mogorella esistevano nella baronia tre ville spopolate: Mogoro Funtana e Nurapey. Questi villaggi, pieni di vita in epoca romana e altomedioevale, erano disabitati in epoca giudicale o composti da poche famiglie. Di essi si è perso ben presto il ricordo.

 
Home | Elenco Siti Tematici | Note Legali | Privacy | Mappa del sito | Contatti | Credits | ConsulMedia 2010 | © Comune di Villa Sant´Antonio - Tutti i diritti riservati

Vai su